Questo è il nostro contributo per Matera Capitale Europea della Cultura 2019:

La bellissima città di Matera, in quasi ogni film, da Pasolini a Mel Gibson, viene rappresentata come Gerusalemme. Anche nel film “Omen – Il Presagio” di John Moore. I protagonisti, infatti, si recano a Gerusalemme (Matera) per scovare dove si annida il figlio del diavolo. Vidi il film al cinema nel 2006 e il mio occhio curioso cadde su qualcosa che credo abbiano notato in pochi o forse proprio nessuno. Qualcosa che mi portò a ridere per tutta la durata del film. Al minuto (tot) su un muro della città di Gerusalemme (Matera) compare la scritta a spray PZ AIDS. Avete letto bene, si. Ora capirete il perché delle mie risate nel cinema. La scritta “Potenza Aids” nella città di Gerusalemme. Ora, cosa volete che ne sappiano ad Hollywood delle faide tra Potenza e Matera?? Di questo banale ed adolescenziale beccarsi a colpi di spray tra due città? Cosa volete che ne sappia il mondo di cosa vuole dire “PZ AIDS”?? Credo che dietro quella scritta vi sia un esempio di antropologia culturale. A Potenza trovavi le scritte “Matera merda” e a Matera trovavi le scritte “Potenza Aids”. Passare dal sogno americano di effetti speciali demoniaci alla banale realtà degli esseri umani in conflitto tra loro non è facile. Nel cinema, spesso, si fa uso di immagini subliminali per sottolineare dei dettagli. Credo che questo sia il primo esempio di messaggio subliminale INVOLONTARIO che ti catapulta da una direzione ad un’altra. Qui sotto trovate il frame del film dove aleggia la scritta. Spesso penso che la cultura vada in una direzione e una parte della società vada in un’altra, esattamente come un messaggio subliminale diabolicamente involontario.

#matera2019

Silvio Giordano

Matera 666

The Omen (2006)